Certificazione MOCA: una tutela per la nostra salute

Certificazione MOCA: una tutela per la nostra salute

Nell’ambiente della ristorazione, si sente sempre più di frequente parlare di certificazione MOCA, che riguarda gli imballaggi ad uso alimentare, ma sappiamo cosa significa veramente questa definizione?

In questo articolo proveremo a fare chiarezza sull’importante tema degli imballaggi alimentari e delle loro caratteristiche in termini di sicurezza igienico-sanitaria e caratteristiche chimico-fisiche.

Il settore alimentare è da anni consapevole dell’importanza che i Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti (MOCA), rivestono nelle filiere produttive. La normativa di riferimento è il Regolamento 1935/2004/CE. Nell’articolo 3 sono riportati i requisiti generali richiesti per essere certificati MOCA, ovvero:

  • divieto di utilizzo di componenti a rischio di trasferimento tramite contatto, ritenuti pericolosi per la salute umana e causa di deterioramenti organolettici degli alimenti;
  • utilizzo di messaggi informativi e promozionali non fuorvianti per i consumatori.

Questi imballaggi sono, infatti, degli elementi che determinano in modo significativo la conservazione dell’alimento lungo il suo percorso distributivo e di vendita. Tutti gli attori della filiera produttiva sono ritenuti responsabili del rispetto della normativa, in particolare:

  • produttori di sostanze, materiali ed oggetti riconosciuti come MOCA;
  • produttori di semilavorati e prodotti finiti che contengono MOCA;
  • importatori di tali sostante, materiali, oggetti, semilavorati e prodotti finiti;
  • utilizzatori finali;

Nei MOCA, rientrano anche macchinari e apparecchiature per la lavorazione, la preparazione, la conservazione e la somministrazione degli alimenti, come i prodotti realizzati da INOXBIM.

Per essere in regola con il settore normativo relativo ai materiali e agli oggetti destinati al contatto con gli alimenti, è necessario ottenere una “certificazione”, ovvero una dichiarazione di conformità che assicura il rispetto di una corretta igiene alimentare.

Con la pubblicazione del Decreto Legislativo 10 febbraio 2017, n. 29 sono state definite in Italia le sanzioni previste per chi non rispetta la normativa vigente, che possono arrivare fino a 80.000 euro di multa per produttori, trasformatori o distributori di MOCA.

INOXBIM per rispettare gli alti standard che da sempre caratterizzano i suoi prodotti ha adottato le seguenti direttive:

  1. Obbligo di disporre e operare nel rispetto dei sistemi di assicurazione della qualità e della sicurezza del prodotto, al fine di tutelale il consumatore e garantirne la salute;
  2. Redigere, disporre e fornire le dichiarazioni di conformità dei materiali e oggetti destinati al contatto alimentare, lungo la filiera;
  3. Mantenere attivo ed in piena efficienza un sistema di rintracciabilità e tracciabilità dei MOCA e dei loro componenti, mediante una loro corretta identificazione ed etichettatura, al fine di assicurare sempre la possibilità di comunicare eventuali allerte e/o problematiche lungo la filiera;
  4. Disporre in ogni momento e con sistemi efficaci, di tutta la documentazione attestante il rispetto della normativa cogente relativa ai MOCA.

Per questo possiamo tranquillamente affermare che INOXBIM è un’azienda certificata MOCA e che può garantire la tracciabilità dei materiali ed oggetti utilizzati per tutti i suoi clienti.

2020-09-15T10:15:51+00:00 15 Settembre 2020|